Differenza tra BES e DSA

Chi sono i BES? Chi sono i DSA? Quali leggi riguardano questa categoria di alunni?

tfa sostegno enna secondaria primo grado

La macro-categoria dei BES include 3 sotto-categorie:

  • gli studenti con disabilità fisico-psichica-sensoriale-motoria grave: sono gli unici a beneficiare delle misure previste dalla l. 104/1992 e da quelle del successivo D.lgs. 66/20172017tra le quali: la stesura del PF e del PEI e l’assegnazione di un docente di sostegno
  • gli studenti con DSA: beneficiano delle misure previste dalla l. 170/2010, tra cui la stesura di un PDP e il ricorso a strumenti compensativi e a misure dispensative. I DSA sono quattro: dislessia, disgrafia, discalculia, disortografia. Possono presentarsi singolarmente, ma anche in compresenza (comorbilità).
  • gli studenti con altri disturbi evolutivi specifici, che condizionano l’apprendimento e la vita scolastica e sociale: del linguaggio, della funzione motoria, dello spettro autistico lieve, ADHD (disturbodell’attenzione e iperattività). Poiché spesso si presentano in forma non grave, non possono essere certificati come disabilità ed usufruire dei benefici della l. 104/1992 e non trattandosi di DSA non potrebbero usufruire delle misure previste dalla l. 170/2010, ma è stata prevista un’estensione di queste misure anche per questa categoria. Anche per essi, quindi, può essere predisposto un PDP, e può attuarsi una didattica individualizzata o personalizzata. E possono avvalersi degli strumenti compensativi e delle misure dispensative. È il Consiglio di classe a decidere quali interventi promuovere per ciascun allievo. In sede di esame di Stato non possono usufruire di misure dispensative.
  • gli studenti svantaggiati dal punto di vista socio-economico, familiare, linguistico e culturale: situazioni familiari problematiche, povertà, deprivazione culturale, non conoscenza della lingua italiana. Non avendo alcuna certificazione, né diagnosi, non possono beneficiare delle misure previste dalla l. 104/92 e dalla D.M. 27/12/2012. Ma qualora i servizi sociali, o il Consiglio di classe dovessero ritenerlo opportuno, è possibile anche per questa categoria adottare un PDP. In questa categoria possiamo trovare anche i figli adottivi.

Ricordiamo che la scuola è incaricata di avvisare la famiglia di un sospetto di DSA del figlio, il quale viene sottoposto ad esame diagnostico presso il Servizio Sanitario Nazionale, che conferma o meno la diagnosi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *