Recensione di: “Pazza d’amore”

copertina del libro “Pazza D’amore”

Recensione di: “Pazza D’amore”

Trama: “Ambientato in un paesino Siciliano, la storia parte con la dipartita di un’anziana donna di nome Angelina. Schetta ranni (zitella). A seguito della sua scomparsa e di avvenimenti rocamboleschi il protagonista; un giovane, si ritrova tra le mani alcune lettere… cosa raccontano queste lettere?”

Forma:  “Dal punto di vista della struttura la storia è costruita con l’utilizzo di diverse tecniche; abbiamo la parte di testo formata dalle lettere che si attiene alla narrazione della corrispondenza, abbiamo la parte dei flashback, così come la parte narrata dal flusso di coscienza del protagonista. Le scelta delle tecniche è azzeccata e tra le pagine convivono tra loro senza stonature”.

Contenuto: “L’autore ha saputo romanzare la parte riguardante le lettere (sì, considerando che il romanzo è ispirato ad una storia vera), così come ha saputo raccontare i personaggi e la terra da cui proviene; delineando contorni e sottili sfumature e creando tra loro un tutt’uno.

Ma soprattutto è da tenere sott’occhio la capacità che ha avuto di esporre un tema tanto contemporaneo, e tanto scontato nella contemporaneità quanto antico, e senza accentuare il suo punto di vista, l’autore rimane perfettamente neutrale ma riesce benissimo a passare interrogativi da porsi a chi legge.”

Dal punto di vista della lettura, è molto scorrevole soprattutto per la mancanza di ridondanze e fronzoli.

Il libro è scritto dal professore Carmelo Gaudioso ed edito dalla casa editrice francofontese stampeacontatto.

Per acquistarlo clicca qui:

recensione di: Pazza D’amore – Blogdidattico

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *